Alba in malga

albaBassa(300 x 200)Nel Trentino, per avvicinare gli ospiti ai ritmi e ai lavori della montagna, torna l’appuntamento con le Albe in malga. Che fino al 12 settembre nei fine settimana offre la possibilità di calarsi nella vita dell’alpeggio, vivendo un’esperienza all’insegna dell’autenticità, dell’amore per i gesti antichi, dai quali nascono prodotti di assoluta eccellenza. Trentadue malghe, selezionate fra le quattrocento che punteggiano tutto il territorio valligiano, aprono le porte dalle cinque e mezza, per far provare, soprattutto ai piccoli, le mansioni dei casari, dalla mungitura alla produzione di formaggio, seguendo tutta la filiera del latte. I bambini conoscono da vicino la Rendena e la Pezzata Mochena, che mangiano un’erba d’alta quota, ricca di varianti e proprietà, producendo un latte di qualità. Quindi, al sorgere del sole, dopo aver provato un mestiere che in Trentino è ancora molto gettonato, gli ospiti fanno una colazione con prodotti a chilometro zero, come latte, torte fatte in casa, pane con burro e marmellata di mirtilli e, ancora, uova, formaggi e salumi. www.visittrentino.it

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply