Amate il tartufo? Ecco due dritte

tartufoCerto tutti gli aromi dell’autunno sanno tentare, stuzzicare, ingolosire. Ma ce n’è uno che attrae in modo particolare, il tartufo. E per scoprirlo, si possono fare dei viaggio dei sensi.
Da sempre il prezioso tubero viene associato alle Langhe e ai dolci declivi che segnano il paesaggio piemontese attorno ad Alba (Cn). E proprio in questa zona c’è un circuito, che muove dai filari di Cascina Massapè, a Cossano Belbo (Cn), dove assaggiare prodotti a chilometro zero in una cantina di Barolo, per proseguire con la degustazione al Centro Nazionale di Studi del Tartufo Bianco di Alba (Cn), e finire con una vera caccia al tubero, per coronare l’esperienza. www.jo-in.it
Ma anche in Umbria sta ripartendo la stagione del tartufo. Fra i boschi che circondano Gubbio (Pg) e i luoghi di San Francesco, con il castello medievale di Petroia sullo sfondo, il “re dell’autunno” si nasconde fra querce, roverelle, lecci. Una chicca? L’opportunità di veder stanare il tartufo assieme a Cesare, un esperto che si fa sempre accompagnare dall’amato bracco di nome Stella. Dai primi di ottobre. www.petroia.it

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply