Cile, scatta la guerra dell’avocado

Avocado (600 x 400)E ti pareva: ora non dobbiamo più preoccuparci solo delle cose che ci fanno male, e che in genere sono buonissime, ma anche di tutte quelle che fanno male al mondo, in un modo o nell’atro. E non bastavano la deforestazione o gli sfruttati coltivatori di ananas, adesso ci si mette anche l’avocado. Preparatevi: vi sentirete in colpa ogni volta che mangerete un po’ di guacamole! Sapete che per produrre un solo chilo di avocado servono circa duemila litri d’acqua? Quattro volte di più di quelli necessari per un chilo di arance e addirittura 10 volte di più dei pomodori. Ecco qua, questa è la tragica notizia, le conseguenze sono immaginabili.

Le piantagioni di avocado succhiano l’acqua che dovrebbe essere di tutti. E dopo anni di coltivazione senza regole, i fiumi si sono prosciugati, così come le falde acquifere. E la gente si ammala per colpa della siccità. Avviene in Cile, più precisamente nella provincia di Petorca dove si coltiva l’avocado dalla buccia nera, ben più pregiato e gustoso di quello verde. L’intera zona è in ginocchio e i giovani se ne vanno. Il problema, come denunciano i comitati sorti nell’area, è che la legge è dalla parte dei grandi produttori, che possono utilizzare liberamente le risorse idriche della zona, anche rubando l’acqua pubblica, senza venir sanzionati. Questo perché, come sottolineano gli attivisti, a capo di alcune delle più importanti piantagioni di avocado della zona ci sono potenti uomini politici. Insomma, in Cile è cominciata la guerra dell’avocado. E noi da che parte stiamo?

 

 

 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply