Dieta vegana? No, grazie!

“Niente carne, sono vegana”, ma è una moda o una filosofia di vita? Una cosa è certa: la Bella e la Zitella sono tutt’altro che vegane, pur con alcune fondamentali differenze. 

Bella

Sarebbe già dura essere vegetariana, figuriamoci vegana. L’idea di rinunciare mi mette in crisi, così, per principio. È vero che ammiro chi ha disciplina e sa difendere, nelle abitudini quotidiane, le sue convinzioni, come il riguardo verso l’ambiente e il legame con gli animali. Però, non fa per me. Mi piacciono troppo la carne alla griglia, i salumi e gli insaccati, e solo a scriverne mi vien voglia di accompagnarli con un buon calice. E dei formaggi, cosa vogliamo dire? Che mi piacciono tutti, ovviamente tranne quelli magri. Certo non li posso mangiare spesso, ma la sera, oppure la domenica, con una punta di confettura o di mostarda? Oddio, ho di nuovo fame. E mi vien da pensare al pesce e dintorni: quando sono in difficoltà, mi consola l’idea di abbinare un bel bianco, già nella mia mitica microcantina, a un’impepata di cozze, un totano ripieno, e se tutto sta andando storto, mi sembra che si raddrizzi.

E poi non riesco a pensare a una colazione senza latte, perché cambio magari il tipo di biscotti, se ho tempo faccio tostare due fette di pane, ma lui, il mio adorato lattino non può mancare. Come spesso mi succede alla sera prima di andare a letto: due dita di latte in un bicchiere mi conciliano il sonno, come ai giusti e ai neonati. Va beh, dai, per adesso vado avanti così, sperando di non lievitare. Non troppo, perlomeno.

La Bella 

Zitella

Il veganismo, si dice proprio così, indica una filosofia di vita basata sul rifiuto di ogni forma di sfruttamento degli animali, inclusi alimentazione e abbigliamento.
Già il termine veganismo mi incute quel non so che, insomma veganismo non mi suggerisce proprio un’idea di benessere. E poi essere vegano vuol dire rifiutare ogni forma di sfruttamento degli animali, quindi anche pelle, lana, cuoio etc etc… Va da sé che tutti quelli che si definiscono “vegani” secondo me non lo sono davvero, perché in qualche modo si vestono e penso che non vadano scalzi o con vestiti di cotone anche d’inverno.
Detto questo, non sono vegana né mai lo sarò. Non perché adori la carne, che non mi piace granchè, soprattutto quando è un po’ al sangue; insomma, non sono una da grigliate e fiorentina, ma una fettina di bresaola, un petto di pollo, una frittatina, del buon pesce….quelli sì. E poi c’è il latte, soprattutto la mattina, di cui non potrei proprio fare a meno. E non parlatemi di latte di soia o latte di riso: quello non è latte, è un’altra cosa!
E i formaggi, dove li mettiamo? No no, non sono vegana e anzi penso che per qualcuno sia un po’ una moda. Intendiamoci, ammiro chi ci crede davvero e cerca di portare nella sua vita quotidiana una filosofia pro animali, ma quelli che lo fanno con convinzione sono davvero pochi.
La dieta vegana è solo una delle tante, passata la Zona, passata la Dukan, snobbata la Mediterranea, che resta la migliore, esser vegani fa tendenza, fa chic. Vuoi mettere? “No, io non mangio carne, sono vegana”.
Poi magari di nascosto si fa una bisteccona alta così…..

La  Zitella 


About Author

Bella&Zitella

Colleghe e amiche, Elisabetta e Stefania, una single, l’altra mamma, si ritrovano spesso a parlare delle loro vite; della famiglia, impegnativa; degli uomini, che alla fine non ci puoi contare più di tanto; delle serate, beata te che se sei stanca non devi preoccuparti di nessuno; del futuro, tu almeno hai una famiglia io non ho nessuno… In ogni caso della quotidianità, che poi, da qualsiasi parte la si guardi, rimane quella che è. PS: i nomi sono in ordine alfabetico…….

Leave a Reply