Dolci sfide in Val D’Ega

Kulinarik Eggental (600 x 400)Dimentichiamoci le diete e lasciamoci tentare dalla Val d’Ega che lusinga i golosi con  un’iniziativa davvero speciale.  Perché va bene fare sport, va bene camminare, va bene godersi lo scenario delle Dolomiti, del Lago di Carezza, delle cime del Catinaccio e del Latemar mentre si percorre uno dei mille sentieri tra profumi di fiori di campo e di aria pulita, ma ogni tanto bisogna anche gratificarsi, no?

Ecco quindi “Il giro delle dolci tentazioni”,che solo a dirlo fa venire l’acquolina in bocca: tra i  rifugi aperti per rifocillare gli escursionisti con ricche tavole imbandite di tutti i prodotti tipici dell’Alto Adige ce ne sono otto  che hanno pensato di proporre una  sfida  a suon di dolci.

Chi riuscirà ad assaggiare tutti e otto i dolci proposti, uno per ogni ristorante, si porterà a casa il grembiule tradizionale dei contadini dell’Alto Adige. Una gara in cui “l’importante è partecipare” suona più azzeccato che mai: la Coppa di gelato Latemarium al frequentato Platzl-Obereggen,  la Sinfonia di quattro diversi strudel alla Baita Passo Feudo, le Frittelle di mele dell’Alto Adige al Mayrl Alm, il morbido Krapfen al papavero e marmellata allo  Zischg Alm, la Frittata dolce sminuzzata al Weigler Schupf , i Canederli con albicocche e prugne al Ganischger Alm,  le Strauben, tipiche frittelle con la marmellata a forma di chiocciolina,  all’Epircher Laner Alm e infine la Dolce Baita, dessert speciale alla  Baita Gardonè. Ad ogni dolce ordinato, un timbro sulla cartolina che certifica l’assaggio. Insomma un tour dolce, dolcissimo, da fare in coppia, con gli amici, con la famiglia.  Scordatevi il conto delle calorie, compensate da una gita all’aria aperta,  e pensate solo al gusto.

La cartolina per partecipare si può scaricare qui: http://www.latemarium.com/docs/Sammelpostkarte_Huettentour.pdf

Per Informazioni: Val D’Ega Turismo – info@valdega.com  – Sito web: www.valdega.com

 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply