Due passi nella natura

Due passi nella natura

Se vi stuzzica l’idea di fare due passi in un ambiente incontaminato, che regali l’impressione di essere in perfetta simbiosi con la natura, ecco qualche dritta. I Parchi di casa nostra, che nascondono animali e macchie verdi di una bellezza selvaggia, offrono sentieri panoramici per tutti i gusti. E io partirei da questi tre.

È uno scenario montano d’alta quota quello dello Stelvio, che si snoda fra Lombardia, Trentino e Alto Adige, nell’area protetta più vasta d’Italia. Con tre quarti di territorio oltre i duemila metri di altitudine, al di là dei ghiacciai il parco vanta scorci diversi, da quelli tipici del bosco ai prati da sfalcio a fondovalle. E in estate meritano di essere seguiti anche i circuiti che toccano le trincee della Grande Guerra, fra scorci rilassanti nella natura. www.stelviopark.it

Conta una mascotte come l’orso marsicano, il Parco Nazionale della Majella, che nel cuore dell’Abruzzo è punteggiato da monasteri, eremi, ripari in pietra a secco, che sembrano usciti da una foto d’altri tempi. Il parco deve il suo fascino anche ai canyon che si alternano agli altopiani, alla presenza dei lupi e alla monumentalità di una montagna considerata sacra da secoli. www.parcomajella.it

Legata a doppio filo all’opera di catechesi di Padre Pio, la riserva del Gargano, nello “sperone” d’Italia, sembra una regione nella regione, con lecci, faggi, querce, aceri, che compongono un manto verde a perdita d’occhio. La zona tutelata abbraccia località di mare che vanno da Vieste (Fg) a Peschici (Fg), oltre a monumenti medievali quali San Marco in Lamis e il castello svevo di Monte Sant’Angelo. www.parcogargano.gov.it

Share