Ecco la location del mio compleanno

autoscontro-parco-vivertimentiLe notizie del giorno sono due: la prima è che finalmente oggi si vede il sole. Mi sento già meglio! La seconda è che la rete è in rivolta contro il compleanno di Chiara Ferragni. Eh sì, perché lei ha fatto sì la cena romantica con il marito, ha fatto anche quella con la famiglia, ma poi non ha resistito e per festeggiare con gli amici ha affittato una location d’eccezione: Gardaland. Si avete capito bene: tutta Gardaland.

E a tutti quelli che la criticano ma la seguono decretandone la fortuna (e i soldi)  la cosa non è andata giù. Del resto avevano appena finito di digerire il compleanno del marito Fedez al supermercato….

Accuse di narcisismo, manie di grandezza , affronto a chi non arriva a fine mese. Anche perché lei ostenta tutto su Instagram e poi …..se ne frega dei commenti.

I soldi, bene e o male, se li è guadagnati, (e non mi metto qui a discutere del fatto che giovani brillanti ingegneri e ricercatori debbano accontentarsi di 1000 euro al mese o poco più, anche perché dovremmo mettere nel gruppo i calciatori, i cantanti, le soubrette che si inventano i matrimoni etc etc), e quindi se li spende come vuole.

Io, per esempio, che non la seguo sui social, ero all’oscuro del fatto che avesse festeggiato così il compleanno, l’ho sentito alla radio. Quindi perché la seguite per poi criticarla? Non avete capito che siete voi, devoti followers a permetterle di fare il compleanno a Gardaland ?

E veniamo a noi: sto pensando a una festa  per il mio compleanno che quest’anno decreta un bel giro di boa! I casi sono due: o i followers della Ferragni si spostano da me, permettendomi di “tirar su due euro” e affittare Mirabilandia,  oppure devo decidere qualcosa alla mia portata. Quindi, meglio affittare un “calcinculo”  o l’autoscontro?

 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply