Expo: il padiglione Ferrero vola in Africa

ferrIl dopo Expo non riguarda solo l’utilizzo dell’area ma anche il riuso dei Padiglioni che smontati, hanno preso strade diverse, quasi tutti indirizzati al sociale o alle aree più povere del mondo. Quello della Ferrero, per esempio, volerà in Africa.
Al tema centrale di Expo “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, Ferrero ha aderito promuovendo il grande progetto educativo internazionale Kinder+Sport, già attivo in 27 Paesi al mondo e capace di coinvolgere oltre 3,7 milioni di bambini all’anno. Un programma dedicato alla promozione di stili di vita attivi tra le giovani generazioni, per incoraggiare il movimento e stimolare la pratica dell’attività fisica come parte integrante della loro vita quotidiana.
E dopo Expo, la struttura che durante l’evento è stata una palestra si trasforma in aule didattiche e in un’infermeria pediatrica in Sudafrica. Ferrero coniuga così la responsabilità sociale di impresa e si fa modello per le imprese italiane che operano all’estero. Fortemente volute dal fondatore, Michele Ferrero, le imprese sociali del gruppo operano attualmente in Asia e in Africa, con stabilimenti produttivi in India, Sudafrica, Camerun e Nigeria. Si tratta di vere e proprie imprese che sono però caratterizzate da uno “spirito sociale” volto a creare posti di lavoro in quelle aree Le attività di impresa sono poi affiancate da iniziative umanitarie, sotto l’egida della Fondazione Ferrero, che si prefiggono la tutela della salute e la crescita educativa e sociale dei minori, in collaborazione le autorità pubbliche locali.
Ecco quindi che parte delle strutture utilizzate per l’Area Kinder+Sport e per le 7 Torri composte da veri e propri moduli abitativi, saranno riassemblate per trasformarsi, attraverso il gesto della restituzione, in aule didattiche per famiglie di rifugiati al confine tra Camerun e Centro Africa e in un’infermeria pediatrica in Sudafrica a disposizione delle famiglie dei dipendenti Ferrero e delle comunità locali.

 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply