Giardini storici a picco sul mare

GiardiniHBAssa x 225)Diciotto ettari di verde a picco sul mare, che si aggrappano al promontorio della Mortola, in un angolo da cartolina della Riviera di Ponente. I Giardini Botanici Hanbury, a Ventimiglia (Imperia), contano seimila specie di piante ornamentali, officinali, da frutto. Il segreto del loro fascino? L’armonia fra le architetture e la vegetazione attorno, che vanta un’area con esemplari provenienti da Australia, California, Sud Africa; altre parti del giardino sono destinate a rose, peonie, ulivi e agrumi, e altre ancora ai profumi, dal timo alla lavanda alla verbena.
Il parco nasce grazie alla passione di Thomas Hanbury e suo fratello Daniel, che nella seconda metà dell’Ottocento cominciano a modellare i loro terreni sulla base di un gusto tipicamente inglese: a Ventimiglia prima arrivano le rose, poi via via le piante curative di provenienza esotica. E proprio il mix fra l’interesse scientifico e l’amore per l’estetica è un altro segno particolare di questo paradiso, punteggiato da vialetti, scale, fontane e da strutture come il Tempietto delle quattro stagioni. Lungo le passeggiate colpisce l’alternarsi di parti molto diverse l’una dall’altra, perché ci sono macchie colorate rigorosamente geometriche, come nel tipico parco all’italiana, pergolati e panchine di sapore romantico, loggette neoclassiche, un angolo d’Oriente nel giardino giapponese e un assaggio di tropici fra le piante succulente.

Info: www.giardinihanbury.com

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply