Gossip: in fondo, che male c’è?

Ammettiamolo, il gossip soddisfa tanti bisogni: la curiosità, ma anche il desiderio di distrarsi e di scoprire che anche i vip hanmo i loro problemi. Consolatorio e divertente!

BellaIl gossip? Ovvio, non mi interessa, mica pettino le bambole, io: scrivo di arte, restauri, destinazioni culturali. Però, chissà perché, sono sempre informata… e nemmeno me ne accorgo. Oddio, è vero che ogni volta, prima di leggere la posta, ti si apre una bella schermata con il “matrimonio dell’anno”, la crisi coniugale del momento, le corna della stagione, le vip più in forma, quelle con la cellulite, quelle ritoccate nella versione “prima e dopo”. Però è anche vero che, volendo, si potrebbe ignorare tutto. Ma vuoi mettere? Scoprire chi sta peggio di te in quanto a peso forma, occhiaie, marito distratto, figli pestiferi.
Poi farsi i cavoli degli altri, si sa, è terapeutico, nel senso che: uno, nel frattempo non pensi ai tuoi; due, se proprio pensi ai cavoli tuoi, ne deduci che non sei l’unica sfigata sulla faccia della Terra, perché tutti hanno i loro guai; tre, qualche volta c’è bisogno di leggerezza. Questa è una scusa, bella e buona, ma alla fine ha un suo perché. Quindi, vai con Meghan e suoi “capricci”, mentre Kate non sbaglia mai un colpo; vai con le uscite di Wanda Nara, con le sfuriate fra Tomaso e Michelle, che ogni tanto, finalmente, la smette di ridere a ottantacinque denti. E sì, vai, vai…

La Bella 

Zitella Sono una giornalista: la curiosità è il mio mestiere. Devo essere aggiornata, su tutto. Oddio, non è che io corra a comprare le riviste di gossip ma se capita di leggere qualcosa… Quando scorro le mail c’è sempre quello “strillo” che mi fa venire voglia di aprire e leggere. Non tutto, qualcosa. Per esempio: scarto a priori i nuovi fidanzati delle star, o quelle che credono di esserlo, dipende dai punti di vista. Non per invidia, ma perché è solo un giro di poltrone, un “via vai”: sembra che stiano sempre a giocare a Monopoli.
Anche la casa Reale , quella britannica, intendo, mi ha stufato: non è come ai tempi di Diana, Kate e William sono banali, Carlo e Camilla patetici, si salvano un po’ l’inossidabile Regina (peraltro mia omonima) e soprattutto Henry e Meghan: loro sì che tengono alta la bandiera del gossip inglese!
Anche nel Principato (di Monaco) il gossip si è assopito.
Poi ci sono i personaggi tv, quelli proprio non li reggo:potrebbero proprio non esistere. Conduttori, conduttrici, protagonisti di reality, di cui non so nemmeno il nome, attricette nostrane, l’immancabile Valeriona… Basta, non se ne può più. Attori, attrici e cantanti: solo se ne vale la pena. In fondo chi se ne frega se hanno un altro figlio, o l’amante, su che spiaggia stanno, se hanno la barca o se si sono rifatte le tette. Saranno cavoli loro!
Ma se leggo il nome di Richard (Gere) o di George (Clooney) allora leggo tutto. O almeno così era fino a un po’ di tempo fa, perchè ormai mi sembrano fuori dai giochi, almeno da quelli del gossip.
Ammettiamolo: non ci sono più i bei pettegolezzi di una volta. Le notizie sono sempre quelle, si cambiano i personaggi e voilà, il gioco è fatto. “Che barba, che noia!” Avrebbe detto l’indimenticabile Sandra.

La  Zitella 

 

About Author

Bella&Zitella

Colleghe e amiche, Elisabetta e Stefania, una single, l’altra mamma, si ritrovano spesso a parlare delle loro vite; della famiglia, impegnativa; degli uomini, che alla fine non ci puoi contare più di tanto; delle serate, beata te che se sei stanca non devi preoccuparti di nessuno; del futuro, tu almeno hai una famiglia io non ho nessuno… In ogni caso della quotidianità, che poi, da qualsiasi parte la si guardi, rimane quella che è. PS: i nomi sono in ordine alfabetico…….

Leave a Reply