Grazie Fantozzi!

fantozziChi non si è mai sentito Fantozzi, almeno una volta nella vita? Bè io, nel ragioniere più sfigato d’Italia, mi ci sono immedesimata spesso: mi hanno sempre fatto sorridere la sua voglia di riscatto, di rivalsa, il suo modo goffo di muoversi, che ha fatto sentire un po’ meno sfigati tanti di noi. Insomma, un gioco di identificazione che ha funzionato per decenni.
Da piccola ridevo a crepapelle per l’aspetto di Mariangela, la “babbuina”, per i baci che lanciava la signorina Silvani, per i toni della Pina e la lingua di traverso di Fantozzi e Fracchia. E lo stesso facevano i miei nipoti. E da mamma ho fatto vedere ai miei figli il varo della nave aziendale con la contessa Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare, la scena della corazzata Potemkin che “è una cagata pazzesca”, e poi la partita a tennis dalle sei alle sette antelucane, con “allora ragioniere, che fa, batti lei? Ahm congiuntivo…”.
Ricordo volentieri tanti spezzoni in cui Fantozzi o Fracchia mi strappavano un sorriso, mi mettevano di buon umore, facendomi tirare un sospiro di sollievo, mi facevano letteralmente piegare in due dalle risate. Ma penso che sia stato così per molti, in più di una generazione. Grazie Fantozzi!

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply