I signori Colombo cercano casa

ridereBè, stamattina io e il consorte siamo stati protagonisti di un bel siparietto. Qualche giorno fa lui intercetta un annuncio immobiliare, relativo a un loft vicino a casa nostra. Non è che stiamo proprio cercando, ma in effetti un’abitazione con una stanza in più non sarebbe male. Quindi mi segnala la faccenda, dandomi l’incarico di telefonare e visitare l’ipotetica “nuova casa”, visto che io sono la metà creativa della famiglia, a cui si accende la scintilla dell’abitabilità.
Chiamo l’agenzia e mi dico interessata all’annuncio, ma l’impiegato, con mia sorpresa, e una lieve stizza, mi smonta subito, dicendomi che i 169 metri di loft sono adatti a mala pena per una coppia e non certo per una famiglia. Rimango un po’ male e chiudo. Poi vado a rileggere l’annuncio e mi dico che deve esserci stato un equivoco: cavolo, una casa con una metratura così va bene per una coppia che organizza serate danzanti! Cosa ci possono mai fare in due? A Milano un appartamento così… Quindi l’indomani richiamo, dicendo di aver ricontrollato l’annuncio tal dei tali, e con mio immediato dispetto il tizio mi blocca subito, in malo modo, chiedendomi con tono saccente se so la differenza tra loft e casa tradizionale. Apriti cielo: gli rispondo a brutto muso che non sarà mai “l’impiegato del mese”, se caccia via la gente che vuole spendere i soldi!
Finito? Nemmeno per sogno. Ieri mi sono incontrata con la Zitella per altre ragioni e le ho chiesto di fissare un incontro per me con l’agente immobiliare: naturalmente chiama, lasciando il suo nome, Colombo, e il suo cellulare. Alla sera annuncio al consorte che ho un appuntamento, lui decide subito di accodarsi e dice ai figli: “ragazzi, domani io e la mamma andiamo a vedere il loft, cioè l’ipotetica casa nuova. E sapete come ci chiameranno? Colombo, perché la mamma ha chiesto di chiamare alla Betti, che come sapete fra le due è quella più diplomatica, che sa mediare!”
Reazione? Risate grasse e fragorose dei miei due capi, all’idea che Betti sia più diplomatica della mamma…
E comunque, per la cronaca, stamattina all’appuntamento, con un sogghigno del marito, ci siamo presentati come i signori Colombo!

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply