In montagna, sotto le stelle

planetariobassa (600 x 276)Il brivido di un volo nell’universo, con le stelle sullo sfondo e con arrivo su Marte o sul Pianeta Rosso? Si può provare nel planetario di San Pietro in Campo, in Val d’Ega (Bz). In una piazzetta che sembra una bomboniera, sullo sfondo del paesaggio stretto fra i massicci di Catinaccio e Latemar, la nuova struttura coperta da una cupola di otto metri di diametro, aspetta le famiglie in una sala di simulazione con tanto di multimediale. La volta è dipinta, con i corpi celesti che si muovono sulla testa degli ospiti, dando loro l’impressione di una full immersion nello spazio. Ma grazie ai filmati, trasmessi da cinque proiettori in 3D, si possono seguire anche il sorgere e il tramonto del sole, l’alternarsi delle stagioni, la nascita o la deriva dei continenti, la vita delle stelle. Il planetario accoglie anche mostre temporanee, proiezioni, incontri, feste (www.astrovillaggio.it).
E non finisce qui. Perché, grazie a questa meta, che si aggiunge all’osservatorio astronomico Max Valier di San Valentino (Bz), tutta l’area sta diventando il primo Astro villaggio d’Europa, dotato di una App legata alle stelle e di web cam puntate verso il cielo. Altre chicche, gli alberghi a tema, con meridiane in giardino o sulle facciate, finestre a cannocchiale, info point sui pianeti alla reception.
In Val d’Ega merita una tappa anche il Museo di Collepietra, che custodisce oggetti quotidiani e strumenti agricoli di una tipica casa altoatesina.

Per il soggiorno: www.valdega.com, con pacchetti per le famiglie.

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply