La magra e la rotonda, un’eterna lotta

La Bella dimagrisce e la Zitella ingrassa. E, ovviamente, nessuna delle due è contenta. Anzi, fanno a  gara per conquistarsi il diritto di lamentarsi . E’ proprio vero: chi ha il pane non ha i denti, chi ha i denti non ha il pane. O no? 

 

Bella

Oddio, so bene anch’io cosa significhi avere il punto vita dell’Ape Maia, non riuscire a entrare nei pantaloni che desidereresti indossare, vedere il rotolino attorno alla cintura. E so bene che non è il massimo. Negli ultimi tempi, però, mi affligge lo stesso meccanismo di quando ero ragazza: preoccupazioni, tensioni, contrattempi mi fanno dimagrire. E anche di brutto. Tanto che sono rientrata in abiti, maglie e jeans che non credevo più di poter portare. Tutto bene, no? Non proprio. Perché, non essendo più una ragazza, il mio viso ne esce segnato, e mi parte il loop del lamento su rughe, guance scavate, occhi segnati. E con chi intono la mia litania, visto che in casa non mi ascolta nessuno? Con la Zitella, naturalmente! Che vedendo la mia pancia piatta mi strozzerebbe volentieri. Ma non lo fa perché altrimenti non avrebbe a sua volta nessuno con cui lamentarsi delle sue forme morbide…

La Bella 

 

Zitella

La Bella ultimamente si lamenta: dice di essere troppo magra. Sta perdendo peso  e teme di diventare brutta.  E con chi si lamenta? Con me, ovvio, che sono il suo opposto. A dieta e non perdo un etto. La mia cena di ieri sera? Uno yogurt. E non è che a pranzo mi sia abbuffata: una melanzana al forno fatta alla pizzaiola, con  qualche pomodorino sopra e un po’ di mozzarella (almeno quella). Niente pane, niente zucchero niente dolci, etc etc etc… La Bella invece, anche quando siamo insieme, alle 11 comincia a dire che ha fame (ignorando totalmente il fatto che io sono a dieta), poi estrae i crackers dalla borsa “giusto per tamponare perché ho un buco nello stomaco…” e poi comincia ad elencare i possibili luoghi in cui potremmo sederci e pranzare. E il giorno dopo mi telefona lamentandosi delle costole in vista, dei pantaloni che le stanno larghi e di tutti quei terribili effetti del perder peso. E guai se controbatto. “Scherzi? Ma tu hai le tette! E poi meglio stare un po’ a dieta piuttosto he non riuscire a mettere su un etto”. Insomma, cosa ci volete fare, è così . E mentre io sogno di potermi fare una miracolosa addominoplastica, lei pensa a riempire le rughe “perché  vedi, io dimagrisco e mi vengono la rughe. Beata te che sei più piena”

La  Zitella 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply