L’atmosfera del Natale

Vecchie scatole da ripescare in cantina, decorazioni nuove, sottofondo musicale. Cosa dà il tocco natalizio, in casa della mamma e della single?

BellaTutto formato mignon. Albero, presepe, annessi e connessi. Perché li abbiamo comprati quando abitavamo in un monolocale. E non li abbiamo più cambiati. O meglio, per il momento abbiamo archiviato le palline argentate, che cadendo si romperebbero in mille pezzi, e le abbiamo sostituite con gli addobbi in pezza, legno e panno lenci, presi quando i bambini erano piccoli e si divertivano a toccare tutto. Fosse per i bambini potremmo anche tirar fuori la prima versione delle decorazioni. Ma adesso ci sono i gatti, che ogni tre per due si fiondano sulla stella più alta, quella della punta, e, facendo cadere l’albero, si trascinano tutto il resto, piccole renne, casine, gufi, pupazzetti di neve. Così è tutto da rifare, con una media di quattro cinque volte a settimana. Ma cosa vuoi, quando fanno le fusa sono così carini… E poi il nostro Natale è un po’ come il resto dell’anno, una gran confusione. Ma va bene così. Almeno per noi…

La Bella

Zitella

Finalmente ho il mio alberello e il mio presepe… quest’anno ci ho messo le palle rosse, dovrei dire palline, viste le dimensioni… ma è così carino! Quanto al presepe ho scelto quello africano, con le statuine scolpite nel legno.  Oggi ho preso la mia scatolona di Natale, con tutti gli addobbi, e ho scelto tra statuine, campanelli, ghirlande. Me ne stavo seduta per terra, sola con i miei pensieri, con una tazza di caffè in mano e la musica di sottofondo mi sono preparata il mio angolino che fa Natale. E mi sono resa conto che sono passati due anni dall’ultima volta perché si, l’anno scorso sono riuscita nell’impresa di sparire prima di Natale e rimaterializzarmi dopo l’Epifania. Un viaggio bellissimo, sicché niente addobbi: chi li avrebbe visti?  Li ritrovo quest’anno e mi immergo nelle atmosfere pre-natalizie: qualche cena tra amici, i regali (pochi, anzi pochissimi), un concerto.  E poi arriva il 25. Senza bambini il Natale è un po’ “opaco”, ma ho sempre i miei nipoti: sono tutti più alti di me, ma che importa… per la zia sono sempre bambini (ma non fateglielo sapere).

La zitella

About Author

Bella&Zitella

Colleghe e amiche, Elisabetta e Stefania, una single, l’altra mamma, si ritrovano spesso a parlare delle loro vite; della famiglia, impegnativa; degli uomini, che alla fine non ci puoi contare più di tanto; delle serate, beata te che se sei stanca non devi preoccuparti di nessuno; del futuro, tu almeno hai una famiglia io non ho nessuno… In ogni caso della quotidianità, che poi, da qualsiasi parte la si guardi, rimane quella che è. PS: i nomi sono in ordine alfabetico…….

Leave a Reply