Lo stile in un cappello

VLUU L110, M110  / Samsung L110, M110Il cappello? Un accessorio di gran classe, quando è bello, si intende. Ho sempre amato i cappelli, anche a tesa larga, anche se non essendo alta, l’effetto fungo è inevitabile…..ma il cappello è il cappello. Se alla mia naturale passione per questo accessorio ci aggiungiamo la simpatia e la creatività di Alessandra Zanaria, viene da sé che non mi perdo nessuna occasione di incontro con la stilista.

Ho conosciuto Alessandra qualche anno fa, seguendo la moda per il giornale in cui lavoravo, e non l’ho più persa di vista. Lei, giovane milanese, appartiene ad una storica famiglia di filatelici: il nonno Mario fu socio fondatore della Borsa Filatelica Nazionale, il padre Daniele è un “pilastro” della storia della filatelia mondiale.

E Alessandra Zanaria, per il suo marchio accattivante, si è ispirata al francobollo da 1 centesimo del Regno di Vittorio Emanuele II Re d’Italia. Cosa che dà un senso di famiglia, di solidità, di storia e di cultura per dare spessore al lavoro creativo che punta sui materiali, sulle capacità artigianali rigorosamente made in Italy, su uno stile inconfondibile e distintivo, ma al tempo stesso semplice.

Le sue creazioni, che oltre ai cappelli includono cerchietti per i capelli, accessori per la sposa, sciarpe, anche per uomo, riflettono la sua personalità:  solare, divertente, “alla mano”, fantasiosa.

Così mi sono concessa una visita nel suo atelier provando (e acquistando) cappelli, accolta dalla calorosa simpatia di Alessandra e dell’immancabile collaboratrice Daniela.  Qualche prova allo specchio, quattro chiacchiere e qualche risata: sono piccoli preziosi spazi da Zitella ai quali non rinuncio per dare colore alle mie giornate….. In questo caso grazie alla fantasia e al colore di Alessandra  Zanaria.

 

 

 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply