Lotteria: io non ci ho nemmeno provato!

soldiIo di certo non potevo vincere: il biglietto della lotteria non l’ho comprato. Non mi ha proprio sfiorato, neanche lontanamente, l’idea di tentare la fortuna. Cosa vorrà dire? Forse che non credo alla Dea bendata, visto che, obiettivamente, non è che mi abbia fornito chissà quanti assist nella vita. O vorrà dire che un bel milioncino non cambierebbe le mie giornate: del resto, con una cifra così, potrei giusto sistemare i figli e fare una vita da nababbo. Quello che faccio sempre, no?
Eppure per un bel po’ di anni i biglietti li ho presi, in autogrill, dal tabaccaio, in città o in provincia, per cercare di coprire tutte le possibilità tradizionalmente legate ai numeri della lotteria. Ma ultimamente non ci penso nemmeno.
Le ipotesi? Uno: sono rassegnata, rimango nel mio brodo e non voglio mollare l’opportunità di lamentarmi della mia situazione. Che noia, però! Modestamente, non penso di essere diventata così… Due: sono sbadata, ma molto sbadata, tanto da non focalizzarmi sulle occasioni che mi offre il destino, dalla lotteria agli incontri di cui non colgo l’importanza. Tre: forse, tutto sommato, sono contenta di quello che ho. C’è qualcosa di male?

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply