Ma l’anno è cambiato?

stancaOddio, non saprei se siamo nell’anno nuovo, perché io, almeno, non me ne sono accorta. Mi sembra sia rimasto tutto come in quello appena finito, con la sottoscritta che si sente come nelle pubblicità degli integratori, ma in versione “prima”, con la montagna impossibile da scalare.
Siamo partiti con i figli che si ammalano a turno, le nottate scandite dai colpi di tosse, i pediatri che mi trattano con il sottile sprezzo che ritengono sia giusto riservare alla mamma rimbambita / esaurita / sclerotica, naturalmente sempre in difetto, a prescindere, i compiti dei due eredi da recuperare. E il mio lavoro che rimane indietro, mentre la vita sociale si riduce a zero.
Non sono nemmeno riuscita a fare i propositi per il nuovo anno. Che poi tanto nuovo non è: ho sempre pensato che il ciclo si apra a settembre, con la ripresa dopo la pausa estiva. Ma l’anno solare ti offre se non altro una sorta di prova d’appello, nel senso che puoi rivedere quello che non sei riuscita a mettere in pista dall’autunno. Vedrò di riparare, quindi. Anche perché, se non mi metto di buzzo buono con l’anno nuovo…

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply