Palestra? Chi ci va e chi no…

Palestra? Chi ci va e chi no…

La palestra: c’è chi la evita e chi non ne può fare a meno. Chi corre tutto il giorno per i figli pensa di averne già abbastanza, chi di figli non ne ha, si sfoga invece tra attrezzi e tapis roulant. L’importante, comunque, è fare moto, giusto?

Bella

Movimento? Beh sì, tanto. Corro già alla mattina, quando mi metto in spalla gli zaini dei figli e arriviamo a scuola sempre al pelo. Corro a prendere un caffè, ma solo cinque minuti, al volo, perché poi devo scappare. Corro a scrivere, faccio un salto alla vernice di una mostra o a una presentazione stampa. Mangio un boccone, poi un ultimo sforzo prima di correre a prenderli. Quindi fra un compito da finire, i quaderni da controllare, la lezione da ripetere, due giochi, una canzone, una chiacchierata che sembra un accavallarsi di monologhi, perché ognuno dei due racconta la sua e si aspetta una risposta articolata, siamo alla cena. Finalmente.

A questo punto che moto voglio fare? In palestra, a sudare, dove anche gli altri sudano? Ma non ci penso proprio. Fare qualcosa a casa, magari più tardi, mentre i cuccioli dormono? Nemmeno. Ho mangiato come Dio comanda e bevuto due dita di vino. In fondo ho un alibi, cioè entro ancora nella 42, grazie al cielo. Voglio girare delle gran pagine di libri, di riviste, di giornali; ma potrei anche pigiare i tasti del telecomando della tv. Peccato che una volta su due mi addormenti. Sarà tutto il moto che ho fatto?

La Bella

Zitella

Anche questa mattina ci sono stata un paio d’ore. Dove? In palestra, ovvio. Ci vado da sempre e non perché devo, proprio perché mi piace. Almeno due o tre volte la settimana. Mi fa bene, lo so. Non solo al fisico ma anche alla “testa” e all’umore. Scarico le energie negative (e chi mi conosce sa che è un bene per tutti), mi metto in moto, mi alleno per lo sci…insomma la palestra è benessere. E poi c’è il personal trainer che mi segue per i problemi di schiena. Mi massacra, è vero, ma evidentemente sono un po’ masochista, perché se non lo vedo per un paio di settimane devo assolutamente prenotare un’ora di sudore assicurato. A volte ho l’impressione che lui goda nello studiare esercizi sempre più diabolici, ma dato che alla fine siamo soddisfatti entrambi, va bene così. Mens sana in corpore sano, si dice, e io ne sono una sostenitrice. Faccio di tutto: calci e pugni ad un sacco (il mio preferito, ma non mi hanno permesso di incollarci le foto di qualcuno), corsi vari, step, bike, un sacco di addominali, gli attrezzi, il tapis roulant, i pesi… come si può dire che in palestra ci si annoia? C’è anche la piscina ma non mi piace: l’acqua è fredda, bisogna spogliarsi, mettersi in costume (con quel che ne consegue…), sul fronte acqua sono pigra, anche se mi farebbe bene alternare un po’ di nuoto. Ma quando ho un po’ di tempo in più mi infilo nel bagno turco e mi rilasso… Una cosa è certa, però: la palestra, di per sé,  non fa dimagrire. E infatti la Bella, che in palestra non ci va, si vanta della sua 42. Ma io, che ingrasso semplicemente annusando i profumi che escono dalla pasticceria sotto casa, sono allenata e tonica… eh care magre, si vedrà sulla distanza! Ci rivediamo intorno agli 80!

La  Zitella