Partenza intelligente? Sì, non torno più!

partenzaQuante volte l’avrò detto, anzi urlato, con il volto rubizzo e il collo gonfio come quello di Pappalardo? Non so, forse decine di volte, forse qualcosa di più. Quando sono esasperata perché i figli non mi ascoltano, perché con i rispettivi compiti condizionano pesantemente, sì cari insegnanti, pesantemente, i miei fine settimana; quando sono inferocita perché si lasciano dietro le spalle una stanza in cui i ladri non metterebbero piede, nella convinzione di essere stati preceduti, cosa faccio? Urlo qualcosa del tipo “ma se mi stanco parto e non torno piùùùùù!”
Devo dire che i miei due rampolli conoscono a menadito la solfa della mia presunta partenza intelligente. E dico partenza, non fuga, perché la seconda suonerebbe come qualcosa di poco dignitoso, per una signora che comunque, anche per comprare il pane, sta attenta ad indossare gli orecchini abbinati alla camicetta. Quindi cosa fanno? Rispondono all’unisono che non disturberanno la Sciarelli, non chiameranno Chi l’ha visto?, mi aspetteranno con calma, convinti che non sarei in grado di stare lontana da loro per più di qualche giorno. Cosa dire? Sono furbi, hanno capito tutto, del resto metà del loro DNA è mio, no?
A fronte di queste sfuriate il consorte non fa una piega, forse perché un po’, sotto sotto, ci spera, mentre mia madre si limita ad alzare il sopracciglio e scuotere leggermente la testa.
Ma cavolo, l’idea della partenza intelligente è così poco credibile? Devo trovare un’alternativa…

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply