Passeggiate mano nella mano

BassaCopyright-Alpe-di-Siusi-Marketing-1-600x450 (300 x 225)Voglia di staccare la spina, magari per fare un percorso mano nella mano, fra scenari da cartolina? Ecco un paio di idee.
Lungo l’itinerario che da Perugia porta a Gubbio (Pg), fra il verde del bosco fa capolino il castello di Petroia, che si snoda attorno all’imponente torrione del XII secolo. In questa fortezza, dove nacque Federico da Montefeltro, sembra che i secoli non siano passati: i paesaggi sono quelli che fanno da sfondo ai dipinti di Perugino e Piero della Francesca, con piccoli borghi adagiati sui profili dolci delle colline. E i 230 ettari di oliveti e alberi secolari sono solcati da diversi chilometri di viottoli che si ricongiungono al Sentiero francescano della pace. Camminando si possono raggiungere tappe come il monastero di San Pietro in Vigneto e la chiesa di Caprignone. E agli innamorati l’Hotel Castello propone il pacchetto Un castello di coccole, che prevede un benvenuto con candeline profumate, cioccolatini e prosecco. www.petroia.it
Fra le cime dolomitiche di Latemar e Catinaccio, che al tramonto si tingono di un rosa unico al mondo, si dipana l’area vacanze dell’Alpe di Siusi, legata a doppio filo a leggende di re, spiriti e streghe. Fra gli itinerari per gli innamorati, ce n’è uno particolarmente suggestivo, che dal castello di Presule, ai piedi di Fiè allo Sciliar (Bz), arriva alla chiesetta romanica di Santa Cristina, fra castagneti, filari, macchie di bosco. Toccando diversi fra cantine e masi, osterie a conduzione familiare, con vista su villaggi che ricordano quello di Heidi, il sentiero si fa sempre più rilassante. Con la sagoma dentata del Catinaccio sullo sfondo, il cammino fiancheggiato da boschi e prati incrocia il ruscello Lausbach, su cui è sospeso un vecchio ponticello, e il belvedere con vista sul massiccio dello Sciliar. www.alpedisiusi.info

Immagine. Alpe di Siusi Marketing

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply