Perdono ma non dimentico

Perdono ma non dimentico

Il cervello femminile contiene la cartella torti subiti: ieri la Bella, a mia insaputa, ha pubblicato questa frase. Mi ha letto nel pensiero? Avevo appena finito una lunga chiacchierata con un’amica con la quale parlavo proprio di questo. In un periodo di solitudine casalinga i pensieri sono andati, o tornati, a quei torti subiti. In effetti io dico sempre: perdono ma non dimentico. Perché la cosa più insopportabile per me è chiudere i rapporti senza spiegazioni, senza esprimere le mie ragioni, senza poter dire la mia. Se lo faccio sono polemica, se non lo faccio mi porto dietro un senso di sospeso. E alla fine ci rimetto sempre  io. Per non parlare delle situazioni ambigue, quelle in cui scappo per non rivelare verità che potrebbero ferire qualcuno. E così, anche quando mi comporto da “signora”, ancora una volta, la colpa è mia.  Dato però che il futuro è incerto, che l’età avanza e che i pensieri mi rincorrono, ho deciso di procedere e di togliermi qualche sana soddisfazione. Qualcuno sarà felice dei chiarimenti, qualcun altro un po’ meno, ma adesso sono giunta alla conclusione che è venuto il momento di pensare a ciò che fa bene. Quindi state all’erta: amiche, fidanzati, familiari, nessuno escluso. Se non vi siete comportati male con me potete stare tranquilli, in caso contrario…..preparatevi delle buone scuse

Share