Più sani con le meduse nel piatto

meduseLi chiamano novel food e sono i nuovi alimenti, quelli che saranno presto fonte di nutrimento alternativo per integrare i cibi tradizionali e far fronte alle esigenze della crescita della popolazione mondiale, contrastare la malnutrizione e raggiungere la sostenibilità ambientale. Ne abbiamo avuto un “assaggio” nei padiglioni Expo. I cibi del futuro? Alghe, insetti, ma anche meduse che secondo alcune ricercatrici italiane, che ne hanno parlato proprio ad un convegno Expo , sono costituite essenzialmente da acqua e proteine, soprattutto collagene, con efficace attività anti-ossidante.
Insomma, in acqua le meduse possono provocare danni ma nell’alimentazione possono essere davvero utili: molecole estratte dalla medusa Cassiopea mediterranea hanno mostrato addirittura una significativa attività anti-cancro contro cellule di carcinoma mammario umano.
Anche le microalghe hanno importanti proprietà nutritive e rappresentano una delle fonti più promettenti di proteine e di composti bioattivi. Per esempio la Spirulina, che da secoli è un cibo comune in Asia e in Africa, è ricca di proteine, pro-vitamina A, minerali, acido linolenico e fico cianina; sembra che 100 grammi di questa microalga contengano almeno 60 grammi di proteine, con una percentuale molto più importante di quella riscontrabile nella carne o in altri cibi vegetali
La spirulina potrebbe essere davvero una grande risorsa per combattere la malnutrizione e in particolare per sostenere la dieta di anziani, bambini e sportivi. Inoltre le colture di microalghe possono diminuire in modo significativo il sovra-sfruttamento di suolo e acqua e quindi sono una valida alternativa alle colture agricole tradizionali..
Non dimentichiamo tra i novel food anche gli insetti , molto ricchi di proprietà nutritive. Certo, non fanno parte della nostra cultura e nel nostro Paese trovano qualche resistenza; tuttavia per almeno 2 miliardi di persone nel mondo sono un nutrimento quotidiano. In ogni caso, visto il loro contenuto di proteine e grassi ‘buoni’, di calcio, ferro e zinco, vale la pena di pensarci.

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply