Ricomincia la scuola, che fatica!

Ricomincia la scuola, che fatica!

Non sto certo per dire qualcosa di inedito, le mamme lo sanno bene, ma i giorni che precedono l’inizio della scuola sono una mini maratona. Soprattutto, come sempre, per noi mamme.
A pochi giorni dal ritorno sui banchi arrivano vagonate di libri, da etichettare, con nome cognome e classe. E nel frattempo bisogna liberare le scaffalature dai testi dell’anno precedente. Semplice? Insomma, dipende dai bicipiti che ti ritrovi, perché parliamo di pigne mostruose, che pesano chili e chili. Senza considerare la mole di quaderni, portalistini, quadernetti. Poi, per chi ha due figli come me, ci sono i libri di scuola del maggiore che potrebbero tornare utili alla minore entro un paio d’anni, i raccoglitori con relazioni e riassunti che magari si potrebbero recuperare, i lavori da cui prendere spunto. Quindi crei una zona a parte, con quello che appunto servirà o potrebbe servire. Tocca poi alla cancellaria, agli album per materie come arte o tecnologia, alle matite e ai pennarelli. Finito? Macché, visto che dalla fine della scuola i tuoi due cuccioli sono diventati degli energumeni e nell’armadio non c’è quasi più niente di autunnale che vada bene. Perciò vanno liberati degli spazi per i nuovi acquisti e nel frattempo metti gli abiti vecchi in qualche borsone da regalare a chi ha figli più piccoli, suddividendo il tutto per sesso ed età. Ecco, la scuola riapre e ci siamo, forse. Non sarà proprio una maratona, ma nemmeno una passeggiata…