Sculture da brivido

scultghiaccio (344 x 147)bassaE’ un colpo d’occhio mozzafiato, quello offerto dalle opere di ghiaccio e neve, che sono accarezzate dai raggi del sole o da luci notturne progettate ad hoc. Scorci montani già suggestivi si trasformano in scenari da fiaba, grazie ai lavori monumentali, creati da artisti di tutto il mondo, che fondono le grandi dimensioni al senso dell’effimero.
Quest’anno, fino al 17 gennaio, a Cadipietra (Bz), nel comprensorio sciistico di Klausberg, in Valle Aurina, i virtuosi dello scalpello si sfidano a colpi di picconi, pale e secchi sul tema del viaggio nel tempo. Partendo da blocchi di neve fresca compressa, altri tre metri, gli scultori, muniti di scale, si possono aiutare solo con l’acqua, che a quota 2.500 si ghiaccia quasi subito. Risultato? Creazioni uniche, effimere, incantate, che omaggiano la montagna e gli sport invernali, con un mix singolare di fragilità e imponenza. Dopo cinque giorni di lavoro le sculture vengono valutate da esperti, turisti e pubblico, per essere poi lasciate vicino alle piste da sci per il resto dell’inverno, perfettamente inserite nella cornice del paesaggio alpino.
www.alto-adige.com.

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply