Se la figlia sgama la mamma

Se la figlia sgama la mamma

Dopo mesi di clausura, annuncio ai figli che sto uscendo per un aperitivo. Ho le chiome ingovernabili, quindi opto per una coda di cavallo e il mio grandone, Ettore, mi dice che sono orrenda, perché i capelli così tirati attorno alla fronte non mi stanno per niente bene. Ottimo, già una fa fatica a uscire, con un viatico del genere, poi… Per fortuna la mia principessa mi rassicura, dicendomi che secondo lei sono bella, con gli orecchini abbinati all’abito e alla mascherina fashion.

Quindi esco, mi siedo in un posto con tavolini all’esterno, perché l’idea dell’aria condizionata non mi convince, chiacchiero e ad un certo punto trasgredisco di brutto: mi fumo una sigaretta, sì, una sigaretta, evento raro ma che talvolta capita anche a me.

Quando rientro me ne sono già dimenticata, ma non appena rimetto piede in casa mia figlia mi dà un’annusatina veloce e mi sibila: “mamma hai fumato, lo sai che non ti fa bene, visto che oltretutto ha sempre problemi respiratori. La prossima volta evita, ok?”

Rimango basita: la figlia che sgama la mamma e le fa la ramanzina. Oh, ma qui i ruoli si sono ribaltati?

Share