Si gioca: tocatì

ListenerChi vuole tornare bambino, almeno per un giorno, non può perdere Tocatì, il festival internazionale dei giochi di strada, in calendario a Verona dal 17 al 20 settembre, con riti, balli, musiche del passato. Ogni anno come ospite d’onore c’è un Paese straniero e nell’edizione del 2015 tocca alla Catalogna, un’area legata a doppio filo alle sue radici. I giochi tipici catalani e quelli di casa nostra saranno messi a confronto: il pubblico coglierà in modo immediato differenze e parentele. Qualche esempio? Centoventi spagnoli faranno dei “Castell”, le torri umane alte dai dieci ai quindici metri, tutelate dall’Unesco come patrimonio immateriale, mentre da Irsina (Matera) decine di persone risponderanno con il “P’zz’cantò”, cioè la processione di altre torri umane che ruotano al ritmo di una melodia tradizionale. E poi ci saranno danze e musiche caratteristiche, giochi con la palla e con i birilli, gare aperte solo alle donne e corse a gambe larghe fra chi trasporta un lumino appeso alla cintola. www.tocati.it

About Author

La Bella
La Bella

Stefania Romani, giornalista e storico dell’arte, segue da anni mostre e restauri per prestigiose testate e femminili. Con un occhio di riguardo per il turismo culturale e le destinazioni italiane. Scrive anche per un quotidiano on line. E ama le confidenze, le chiacchiere, il confronto, anche serrato, su tutto. Meglio ancora, di fronte a un bicchiere di vino. Perciò, perché non provare a farlo anche in rete?

Leave a Reply