Tutti a teatro!

La Zitella sul palco, la Bella tra gli spettatori con i suoi “ragazzi” felici di vedere la Betti recitare e prodighi di complimenti. Tutti contenti, alla fine, perchè il teatro fa bene a chi lo fa e a chi lo guarda.     

BellaMagari potessi fare teatro! Sarò anche ripetitiva, lo so, ma da tempo non riesco più a frequentare corsi serali, né a coltivare passioni come quella per il mondo del vino. Lavoro e figli sono un mix che risucchia tutte le energie. La mia socia, invece, è libera come il vento e da un paio d’anni si è data alla recitazione, che le fa un gran bene, perché le dà quel pizzico in più di autostima.

Così due sere fa io e i miei due gendarmi ci siamo organizzati per vederla sul palco. Ettore e Clara erano galvanizzati, ne hanno parlato con amici e insegnanti. E quando ci siamo seduti, vedendo entrare in scena “la nostra Betti”, si sono lanciati in mille elogi: brava, disinvolta, sicura, spiritosa, chiara nella dizione. Un entusiasmo travolgente, accompagnato da un fermo “ci fermiamo a cena con tutto il cast, vero?”, nel quale erano stranamente d’accordo.

Sono sentimentale, lo so, ma la serata, oggettivamente bella, perché la commedia era ben strutturata e ben recitata, mi è piaciuta anche e soprattutto per l’entusiasmo di Betti, che ha contagiato i miei figli. Meglio di così…

La Bella

ZitellaE’ calato il sipario  e dopo due repliche le mie performance teatrali sono finite, ma devo essere sincera: mi manca un po’ l’atmosfera degli ultimi giorni, le prove, gli errori, le inc… di Giuseppe, il regista, la voglia di fare meglio, la stanchezza, il caffè con i “colleghi” , le risate, le battute, le amiche, cioè quelle che ormai considero tali avendo condiviso con loro questa esperienza.  Quanto al mio personaggio, la supergovernante Chanel,  devo dire che mi ci sono trovata a mio agio. E poi quella scena madre in cui confesso l’amore per Pierrette…….bhè, quella me la ricorderò a lungo, non perché io nella vitta ami le donne, no quello proprio no, ma perché quel colpo di scena, così come quello in cui mi sparano, mi hanno resa protagonista per qualche minuto. E non mi è dispiaciuto affatto.  Recitare mi piace: nel pubblico un po’ di amici, e la Bella con i suoi “ragazzi” contenti di vedere la Betti sul palco. Sono soddisfazioni, no? Recitare fa bene: all’autostima, come dice la Bella ma anche alla memoria e al fisico (stare ore sul palco a provare, dare il massimo durante lo spettacolo, sentire l’adrenalina), quindi io mi sto preparando un buon passatempo per la vecchiaia. Ve lo consiglio!

La zitella 

About Author

Bella&Zitella

Colleghe e amiche, Elisabetta e Stefania, una single, l’altra mamma, si ritrovano spesso a parlare delle loro vite; della famiglia, impegnativa; degli uomini, che alla fine non ci puoi contare più di tanto; delle serate, beata te che se sei stanca non devi preoccuparti di nessuno; del futuro, tu almeno hai una famiglia io non ho nessuno… In ogni caso della quotidianità, che poi, da qualsiasi parte la si guardi, rimane quella che è. PS: i nomi sono in ordine alfabetico…….

Leave a Reply