Vergogna! I vandali studiano Belle Arti

leoneChe vergogna!  Non sono i soliti turisti ubriachi ad aver imbrattato i leone di marmo in piazza dei Leoncini a Venezia. Ad usare la vernice rossa per colorare gli occhi della statua sono stati due ragazzi e due ragazze, una delle quali, pentita, è andata dai carabinieri; tutti studenti all’Accademia di Belle Arti e di Architettura. Le telecamere li hanno ripresi alle 3.48 di sabato mattina.

E per favore non chiamiamola “bravata” perché se gli studenti dell’Accademia di Belle Arti non hanno capito il valore di quelle statue e non hanno rispetto per l’arte e la storia, beh, c’è qualcosa che non va,  non credete? Chiamiamoli col loro nome: vandali. La Zitella su queste cose è categorica: espulsi dall’Accademia e rimandati a casa. A fare i turni alla catena di montaggio.  Certo un po’ di colpa ce l’abbiamo tutti:  abbiamo esaltato  presunte opere d’arte che sono un sacrilegio incomprensibile,   nel nome della creatività.  All’artista tutto è permesso!  Col ca…volo.  All’artista non è permesso di profanare le opere di artisti più artisti di lui. Non so se mi spiego. Sono indignata.   Il sindaco di Venezia  chiede un giusto risarcimento con lavori sociali pubblici davanti a tutti.  Si, ma per tutti gli anni di studio, non per 5 giorni!!.

Il governatore del Veneto, Luca Zaia  ha dichiarato che Venezia è unica al mondo e che i quattro meritano una punizione severa “che sia il massimo consentito dalla legge, ma anche di essere esposti in qualche modo al pubblico ludibrio, perché abbiano modo di vergognarsi al punto giusto”.

Sono assolutamente d’accordo, e voi?

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply