Vestiti usati? Li raccoglie H&M

 

abiti usati H&MHo deciso: faccio piazza pulita. Perché conservare vestiti che mi stanno male o non mi stanno più nella speranza di riuscire ancora a dimagrire? Basta! Mi rassegno e vivo serena. E se anche dimagrisco festeggio con abiti nuovi.   E voi? Siete di quelle che buttano o che conservano? Nel primo caso immagino armadi minimalisti, dove abiti, giacche, pantaloni e magliette “soggiornano” al massimo un paio di stagioni; nel secondo caso invece immagino il caos con “questo forse lo metto ancora”; “questo è troppo bello per buttarlo”; “questo mi piace; se perdo qualche chilo mi sta benissimo” etc. etc. etc. Risultato: nonostante l’armadio stracolmo non si può evitare il fatidico “Cosa mi metto?”.

A venire in soccorso di tutte noi c’è la campagna di H&M   “Bring it” che recita più o meno così “Le calze bucate, la t-shirt macchiata, gli slip scoloriti…. Portali da noi”.

Obiettivo: riciclare , riciclare, riciclare. Si può portare di tutto, in tutti i negozi H&M e in qualsiasi giorno dell’anno, per aumentare ogni anno la quantità di indumenti raccolti, in modo da raggiungere un totale di 25.000 tonnellate ogni anno fino al 2020. L’azienda ha lanciato la prima iniziativa a livello globale per la raccolta degli indumenti usati nel 2013: da allora ha raccolto oltre 40.000 tonnellate di abiti.

Il video della campagna racconta il viaggio che fanno i capi dopo essere stati consegnati in negozio e, attraverso delle storie, illustra come la durata di un indumento possa essere prolungata per rendere il suo ciclo di vita il più lungo possibile. Nel 2014 H&M ha inoltre introdotto la sua prima collezione ‘Close the Loop’ realizzata con fibre tessili riciclate e anche quest’anno ha creato una nuova mini collezione, realizzata interamente in denim usato, venduta in esclusiva online.  I capi raccolti sono suddivisi in oltre 350 diverse categorie, da quelli riproponibili come abiti di seconda mano a quelli riconvertiti in altri prodotti, come panni per pulire o imbottiture e addirittura pannelli isolanti per l’edilizia o le automobili. Un processo sostenibile e antispreco dove persino i bottoni e le cerniere saranno riciclati.

Allora cosa aspettate? Fate un bel sacco, portatelo da H&M e state tranquille: i vostri abiti usati non andranno al macero. E chissà, magari un giorno sprofonderete in un divano ignorando che l’imbottitura arriva dai vostri armadi!

 

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply