Voleva essere come Angelina Jolie. E invece…

bella 1 (594 x 458)Mi è capitata sottomano questa notizia e sono stata indecisa: pubblicare le foto e dare altra fama a questa ragazza, oppure ignorarla?

Ho deciso che forse è meglio che tutti ci rendiamo conto di dove può portarci la follia di rincorrere un sogno, per di più inutile e stupido. E quindi ecco la storia: questa è una ragazza iraniana che voleva essere come Angelina Jolie. La sua ossessione l’ha portata a fare ben 50 interventi di chirurgia estetica con un risultato mostruoso. Lontanissima dall’essere come Angelina questa ragazza, che comunque era già bella di suo, è scheletrica per le cure dimagranti cui si è sottoposta, ha un viso sfigurato dalle plastiche mal riuscite e sembra uno Zombie.

Mi chiedo da chi abbia avuto i soldi per gli interventi, mi chiedo perché non si sia fermata prima, mi chiedo perché nessun medico si sia rifiutato di andare oltre. Perché nessuno l’ha fermata? Davvero pensava che diventare come Angelina Jolie le avrebbe cambiato la vita?

Perché non sappiamo accettarci per quello che siamo e soprattutto perché non ci dedichiamo un po’ di più alla bellezza interiore invece che a quella esteriore?

Per carità, se ci sono chili di troppo va bene una dieta, va bene anche prendersi cura di sé, usare dei buoni prodotti, andare dal parrucchiere, magari anche ritoccarsi il naso se è proprio brutto, ma perchè abbiamo demandato l’essere all’apparire?

Perché non consideriamo di avere anche un’anima, un cuore, qualcosa di cui prenderci cura dentro di noi? E invece siamo egoisti, cattivi, cinici, e di questo non ci preoccupiamo, ma vogliamo essere belli, finendo con l’essere brutti dentro e fuori. Basta. Cerchiamo di insegnare ai nostri figli, nipoti, amici, alle nuove generazioni che non è sembrando, e dico sembrando, uguale a qualcuno che saranno felici!

About Author

La Zitella
La Zitella

Elisabetta Colombo è una giornalista professionista con una lunga esperienza maturata su più fronti: ha collaborato con diversi femminili, con riviste di architettura e di economia, si occupa di arte e di viaggi. Lavora per un quotidiano, ma la curiosità la spinge sempre verso nuovi campi da esplorare. E quindi perché non un blog, dove raccontare, raccontarsi e aprirsi a inedite conversazioni?

Leave a Reply